medicina-integrata
I NOSTRI MEDICI
Dott. Mario Mignini Renzini
Direttore Sanitario
Dott. Vincenzo Inneo
Andrologia e Urologia
Dott. Vittorio Corno
Chirurgia Generale
Dott.ssa Rita Garcia Parra
Medicina Estetica
Dott. Antonio D’Alessio
Chirurgia Pediatrica
Dott.ssa Ylenia Balice
Dermatologia e Allergologia
Dott.ssa Guia Vannucchi
Endocrinologia
Dott.ssa Chiara Lanzani
Ginecologia e Ostetricia
Dott. Gianpaolo Garone
Ginecologia e Ostetricia
Dott. Ruggero Comi
Ginecologia e Ostetricia
Dott.ssa Annalisa Boneschi
Ginecologia e Ostetricia
Dott.ssa Chiara Marra
Ginecologia e Ostetricia
Dott.ssa Elena Giussani
Ginecologia e Ostetricia
Dott.ssa Michela Regallo
Ginecologia e Ostetricia
Dott. Stefano Manodoro
Ginecologia e Ostetricia
Dott. Federico Spelzini
Ginecologia e Ostetricia
Dott.ssa Tiziana Dell’Anna
Ginecologia e Ostetricia
Anna Longoni
linfodrenaggio e riflessologia
Dott.ssa Laura Abbiati
Pediatria
Dott. Giuseppe Paterlini
Pediatria
Dott. Gianpaolo Garone
Psicologia e Sessuologia
Dott.ssa Francesca Zucchetta
Psicologia e Sessuologia
Dott.ssa Roberta Spreafico
Psicologia e Sessuologia
Dott. Giovanni Ciuffo
Senologia
Dott. Roberto Biffi
Tecar Terapia

Medicina integrata

La Medicina Integrata prevede l’utilizzo della medicina ufficiale in maniera integrata con le medicine non convenzionali nel trattamento di molti disturbi ginecologici e ostetrici.

Medicina Integrata

Lo squilibrio tra mente e corpo e l’inconsapevolezza dell’unione di questi determinano alterazioni a carico della sfera genitale con ripercussioni sulla qualità della vita.
L’approccio naturale ai problemi ginecologici consente alla donna di sviluppare e ampliare la conoscenza dei propri ritmi fisiologici sia in età fertile che in menopausa.
Grazie all’utilizzo di medicine e tecniche naturali è possibile accompagnare la donna alla riscoperta e alla consapevolezza del potenziale creativo che le è proprio.

Cosa si intende per medicina integrata?

La Medicina Integrata prevede l’utilizzo della medicina ufficiale in maniera integrata con le medicine non convenzionali (agopuntura, Medicina Tradizionale Cinese, fitoterapia e omotossicologia) nel trattamento di molti disturbi ginecologici ed ostetrici.

Perché medicina integrata?

L’integrazione delle competenze nasce dalla necessità crescente di una medicina personalizzata.
La medicina convenzionale e quella non convenzionale non sono antitetiche come spesso si vuol far credere, anzi hanno molti punti in comune e si possono supportare vicendevolmente.
Una stessa persona può aver necessità di un farmaco della medicina ufficiale oppure di un rimedio naturale a seconda del momento di vita in cui si trova, oppure può necessitare di entrambi gli approcci in modo che questi lavorino in sinergia.
Questa visione flessibile nasce dal desiderio di avere il maggior numero di strumenti terapeutici possibili in una determinata situazione. La scelta degli strumenti parte da quelli più rispettosi e meno invasivi, che possano essere di stimolo; tuttavia non si tratta mai di una scelta rigida e l’approccio non convenzionale non è esclusivo di quello ufficiale e viceversa.
L’utilizzo della Medicina Tradizionale Cinese in primis offre l’opportunità di avere uno strumento diagnostico e di interpretazione di segni e sintomi (ad esempio esame del polso, della lingua e dell’addome) al fine di avere una conoscenza profonda della paziente.
Medicina Integrata significa quindi Medicina Personalizzata, che utilizza visioni e approcci di origini differenti, ma coerenti con l’obiettivo della conoscenza della persona e che sfrutta angolazioni diverse per garantire alla paziente il trattamento migliore.

Al Centro Sofia gestiamo in maniera realmente integrata la semeiologia (segni e sintomi delle malattie) e le conseguenze clinico-terapeutiche che ne derivano.
Le metodologie che utilizziamo sono:
– l’agopuntura
– la moxibustione e altre specifiche tecniche della Medicina Tradizionale Cinese
– la cura dell’alimentazione
– la fitoterapia
– l’omotossicologia
– colloqui psicologici e psicoterapia.

Grazie a questi metodi ci è possibile trattare diversi disturbi.
In gravidanza
– nausea e iperemesi del primo trimestre
– cefalea/emicrania
– lombalgia
– sciatalgia
– pubalgia
– stipsi
– digestione laboriosa
– versione di feto podalico.

In età fertile
– irregolarità mestruali
– mestruazioni abbondanti
– dolore mestruale
– dolore pelvico cronico
– vulvodinia
– cistiti ricorrenti
– vaginiti ricorrenti
– sindrome premestruale

Supporto alla Procreazione Medicalmente Assistita.

In menopausa
– vampate
– sudorazioni
– insonnia
– secchezza vaginale
– dolori articolari.

Ausilio per smettere di fumare